Skip to main content

Che significa fare una voltura luce e gas?

La voltura è una procedura amministrativa che consente di trasferire la responsabilità contrattuale di una fornitura energetica da un intestatario a un altro. Questo processo è necessario quando si verifica un cambio di locatario o di proprietà dell’immobile in cui è attiva una fornitura, consentendo al nuovo utente di diventare il titolare del contratto per l’energia elettrica o gas.

La richiesta può essere effettuata dal nuovo occupante o proprietario dell’immobile e comporta la sostituzione dell’intestatario nel contratto esistente, senza interruzione nel servizio di fornitura. Diversamente da quanto spesso si pensa, la procedura di voltura non prevede il mantenimento delle condizioni contrattuali già stabilite, come il tipo di offerta e i servizi accessori.

Per attuare la voltura, sono richiesti alcuni documenti fondamentali:

1. I dati anagrafici completi del nuovo intestatario
2. Un documento d’identità valido del nuovo intestatario
3. Il codice fiscale del nuovo intestatario
4. L’indirizzo esatto e il codice POD e PDR dell’utenza da volturare
5. La lettura del contatore al momento del passaggio di proprietà o locazione

La voltura comporta il pagamento di costi fissi stabiliti dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas – ARERA – e non variano in base alla tipologia di utenza (domestica o aziendale) o alla potenza impegnata.

È importante sottolineare che la voltura differisce dal subentro che, invece, prevede l’attivazione ex novo della fornitura in caso questa sia stata precedentemente disattivata. In caso di morte dell’intestatario precedente, invece, bisogna seguire una procedura specifica per la successione.

In conclusione, richiedere di volturare un’utenza luce e gas rappresenta un passaggio burocratico essenziale per assicurare la continuità dei servizi energetici a chi entra in possesso o prende in locazione un immobile senza subire interruzioni nella fornitura elettrica.

 

Che documenti servono per fare la voltura

Documenti subentro

La voltura luce e gas è una procedura amministrativa che consente di trasferire la titolarità di utenze e contratti relativi a servizi come energia elettrica e gas, da un individuo a un altro. Questo processo è comune in caso di cambio di residenza o proprietà, decesso del titolare del contratto o, più semplicemente, quando si desidera cambiare l’intestatario del contratto senza interrompere il servizio.

Per effettuarla sono necessari diversi documenti, che possono variare leggermente a seconda del fornitore di servizi e della tipologia di utenza.

In generale, i documenti richiesti includono:

  • Documento d’Identità: una copia valida del documento d’identità del nuovo intestatario
  • Codice Fiscale: il codice fiscale dell’intestatario cui verrà trasferito il contratto
  • Dati dell’utenza: sono necessari i dati completi dell’utenza da volturare, come il numero di cliente o il codice utente specifico per quel contratto
  • Lettura dei Contatori: nel caso di servizi come gas ed elettricità, è spesso richiesta la lettura attuale dei contatori per chiudere il vecchio contratto e avviare correttamente quello nuovo.
  • Modulo di Richiesta: compilazione e firma del modulo specifico fornito dall’azienda erogatrice del servizio per la richiesta
  • Dati Bancari: se il pagamento delle bollette avviene tramite RID bancario o addebito su carta di credito, sarà necessario fornire anche questi dati per l’aggiornamento dei metodi di pagamento

In caso di dubbi o difficoltà, è spesso possibile ricevere assistenza recandosi agli sportelli fisici del fornitore oppure affidandosi al servizio di consulenza di Energiachiara.

Volturare una bolletta luce e gas è un’operazione che deve essere presa con attenzione, il nuovo intestatario diviene responsabile non solo dei pagamenti futuri ma anche di eventuali debiti che verranno lasciati.

In conclusione, i documenti necessari per fare una voltura sono essenziali per garantire una transizione fluida e senza problemi dei servizi. È quindi importante prepararsi adeguatamente e avere tutti i documenti a portata di mano prima di avviare la pratica. Con la giusta documentazione e seguendo attentamente le istruzioni del fornitore si potrà portare a termine la voltura in maniera efficiente e sicura.

Quanto costa volturare le bollette

immagine che ritrae una lampadina accesa nel buio della stanza per rappresentare il bonus bollette 2023

La voltura delle bollette è una procedura che consente di trasferire le utenze di servizi quali gas e luce da un intestatario all’altro, generalmente in seguito a un cambio di residenza o di proprietà di un immobile.

I costi per volturare le bollette luce e gas sono regolamentati dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA). Generalmente, il costo della voltura dell’elettricità e del gas si aggira attorno ai 60 euro. Queste cifre possono includere sia le spese amministrative sia l’imposta di bollo.

Devi effettuare una voltura luce e gas?

Effettuare una richiesta per volturare le bollette luce e gas può portare via molto tempo, per non parlare della scelta del nuovo fornitore e una nuova tariffa in un momento di transizione come quello di un trasloco.

Traslocare, infatti, è un’operazione stressante e proprio per questo abbiamo pensato a un servizio di consulenza dedicato.

Energiachiara, il consulente energetico che si occupa di tutte le pratiche al posto tuo e trova per te le migliore offerta disponibile.

Compila il form sottostante ed inviaci la tua richiesta

 




    Carica la tua bolletta*