Skip to main content

Che cos’è il bonus sociale bollette?

Il bonus sociale bollette, noto anche come bonus energia o bonus bollette, è una misura di sostegno economico istituita in Italia per aiutare le famiglie a basso reddito e in particolari condizioni di vulnerabilità a far fronte alle spese per l’energia elettrica e gas naturale. Si tratta di uno sconto applicato direttamente sulle fatture delle utenze domestiche, volto ad alleviare il peso delle bollette sui bilanci familiari più esposti al rischio di povertà energetica.

Per accedere al bonus sociale bollette, è necessario rientrare in determinati requisiti economici e/o sociali. In linea generale, possono richiedere il bonus le famiglie con un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a una certa soglia stabilita annualmente. Inoltre, vi sono categorie specifiche che possono usufruirne indipendentemente dal reddito: si tratta di nuclei familiari con membri affetti da gravi malattie che richiedono l’uso di apparecchiature elettromedicali necessarie per il sostentamento della vita.

Il bonus viene erogato sotto forma di sconto sulle bollette ed è suddiviso in due componenti: il bonus elettrico e il bonus gas. Gli importi dello sconto variano a seconda della composizione del nucleo familiare e del tipo di fornitura (ad esempio, se si tratta di un contratto per la fornitura domestica residenziale o per usi diversi come quello condominiale).

La domanda per ottenere il bonus sociale bollette può essere presentata presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF) o i Comuni. Una volta approvata la domanda, lo sconto viene applicato automaticamente per dodici mesi; al termine dei quali è necessario rinnovare la richiesta.

Il bonus sociale bollette rappresenta quindi un intervento importante nel contesto delle politiche sociali italiane mirate ad assicurare l’accessibilità ai servizi essenziali e a combattere le disuguaglianze energetiche che possono incidere negativamente sulla qualità della vita dei cittadini più vulnerabili.

bonus sociale bollette: per disagio economico

bollette troppo care

Il bonus per disagio economico, noto anche come bonus bolletta, è un’agevolazione economica prevista in Italia per sostenere le famiglie che si trovano in una situazione di difficoltà economica nel pagamento delle bollette relative ai consumi di energia elettrica, gas e acqua. Questo bonus è stato introdotto per garantire l’accesso ai servizi energetici essenziali anche alle fasce più vulnerabili della popolazione.

Chi ha diritto al bonus sociale bollette per disagio economico? Il beneficio è rivolto a nuclei familiari con un reddito ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) pari a:

  • nucleo familiare con ISEE non superiore a 9.530 euro, oppure
  • nucleo familiare con almeno 4 figli e un ISEE non superiore a 20.000 euro
  • nucleo familiare che usufruisce di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

(Per tutti i valori ISEE aggiornati visitare questo sito)

Per poter accedere al bonus, è necessario presentare la dichiarazione ISEE in corso di validità che attesti la condizione economica del nucleo familiare.

In particolare, il bonus sociale bollette per il disagio economico si articola in due componenti: il bonus elettricità e il bonus gas. Entrambi gli aiuti sono pensati per ridurre il peso delle spese energetiche sul budget familiare e vengono erogati sotto forma di sconti applicati direttamente in fattura. In alcuni casi, può essere previsto anche un bonus idrico, per supportare le famiglie nella spesa relativa al consumo di acqua potabile.

Per accedere al bonus bolletta è necessario che il richiedente sia intestatario della fornitura o convivente con l’intestatario del contratto di fornitura energetica. Inoltre, i cittadini stranieri devono essere regolarmente soggiornanti in Italia.

Per fare domanda del bonus, i cittadini possono rivolgersi agli enti comunali designati (come i Centri di Assistenza Fiscale – CAF), oppure possono procedere autonomamente attraverso i canali telematici messi a disposizione dai fornitori di energia o dai siti istituzionali dedicati.

È importante notare che il bonus non viene riconosciuto automaticamente: occorre presentare la richiesta ogni anno, verificando sempre l’attuale situazione reddituale del nucleo familiare mediante l’emissione dell’ISEE aggiornato. In caso di variazioni significative del reddito o della composizione familiare, è necessario comunicarlo tempestivamente per adeguare l’importo del bonus alle nuove condizioni economiche.

In sintesi, il bonus sociale bollette per disagio economico è una misura importante di sostegno sociale che intende alleviare le difficoltà economiche delle famiglie meno abbienti, facilitando l’accesso ai servizi energetici fondamentali e garantendo un minore impatto delle spese per energia elettrica, gas e acqua sul bilancio familiare.

Bonus sociale bollette: per disagio fisico

Il bonus sociale bollette per disagio fisico è una misura di sostegno economico prevista in Italia, che consiste in uno sconto applicato sulle bollette dell’energia elettrica e/o del gas naturale. Questo bonus è destinato a quelle famiglie in cui sia presente una persona che soffre di gravi problemi di salute e che, a causa del proprio stato di disagio fisico, necessita di utilizzare apparecchiature elettromedicali indispensabili per il proprio sostentamento vitale, come ad esempio ventilatori polmonari o macchine per la dialisi.

Per accedere al bonus sociale per disagio fisico è necessario soddisfare determinati requisiti. Innanzitutto, deve essere dimostrato il possesso di un’apparecchiatura elettromedicale necessaria per la vita della persona malata, la quale deve essere utilizzata per almeno 6 ore al giorno. Inoltre, il bonus è riconosciuto solamente se l’apparecchio è certificato dal medico curante attraverso un’apposita documentazione che attesti la necessità dell’impiego continuativo a domicilio.

Il valore dello sconto varia a seconda del tipo di fornitura (elettricità o gas) e della quantità di energia consumata; esso viene calcolato in modo da coprire parte dei costi aggiuntivi sostenuti dalle famiglie per il funzionamento delle apparecchiature medicali. Il bonus non ha limiti di reddito e può essere cumulabile con altri tipi di agevolazioni sociali.

La richiesta del bonus sociale per disagio fisico va presentata al Comune di residenza o presso i CAF (Centri di Assistenza Fiscale) che assistono gratuitamente nella compilazione della modulistica necessaria.

Una volta approvata, la riduzione tariffaria viene applicata direttamente in fattura e ha generalmente una validità annuale, al termine della quale può essere rinnovata previa nuova domanda.

Quali sono i documenti necessari per poter richiedere il bonus sociale bollette per disagio fisico?

Di seguito vi elenchiamo i documenti necessari per poter richiedere un bonus sociale bollette per disagio fisico:

  • Certificato ASL che dimostri:
    • la situazione e le condizioni di salute gravi del richiedente
    • la tipologia di macchinario e la necessità di utilizzo come supporto vitale
    • il tempo di utilizzo giornaliero necessari
  • la bolletta completa dove sarà visibile il codice POD, l’indirizzo dove verrà utilizzato il macchinario e la potenza disponibile ed impegnata dal richiedente
  • il documento di identità ed il codice fiscale del richiedente e del malato, se diverso dal richiedente
  • il modulo B compilato che è possibile trovare sul sito di ARERA (l’Autorità dell’Energia)

In conclusione, il bonus sociale per disagio fisico rappresenta un intervento importante per alleggerire il peso economico delle famiglie con membri affetti da problemi di salute gravi che richiedono l’utilizzo continuativo di apparecchiature mediche a domicilio. Si inserisce all’interno delle politiche sociali italiane finalizzate a garantire l’inclusione e il sostegno alle persone più vulnerabili.

Quali sono i requisiti per avere il bonus sociale bollette?

Il bonus sociale, noto anche come bonus bolletta, è una misura di sostegno economica introdotta dallo Stato italiano per aiutare le famiglie a basso reddito a far fronte alle spese per l’energia elettrica, il gas e l’acqua. Per accedere al bonus sociale bollette, i cittadini devono soddisfare determinati requisiti.

I requisiti principali per avere diritto al bonus sociale bollette sono legati al reddito familiare ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), che non deve superare una certa soglia stabilita annualmente. Geeneralmente il limite di reddito ISEE è fissato tra gli 8.000 e i 9.000 euro per la famiglia anagrafica standard ma può essere elevato fino a 20.000 euro in presenza di specifiche condizioni, come la presenza di un componente con gravi disabilità o di una famiglia numerosa con almeno quattro figli a carico.

Inoltre, il bonus è accessibile anche alle famiglie che beneficiano di un reddito da pensione sociale o di cittadinanza e ai titolari di un contratto di fornitura domestica residente, che possono richiederlo indipendentemente dalla soglia ISEE.

Per ottenere il bonus, i cittadini devono compilare un’apposita richiesta presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF) o inviarla direttamente all’ente erogatore dei servizi energetici attraverso il portale ufficiale. È necessario fornire la documentazione comprovante il possesso dei requisiti richiesti, tra cui l’attestazione ISEE aggiornata.

Una volta approvata la domanda, il bonus viene erogato sotto forma di uno sconto in fattura sulla bolletta energetica o idrica. Il suo valore varia in base alla composizione del nucleo familiare e al tipo di fornitura (luce, gas o acqua).

È importante notare che il bonus sociale è rinnovabile annualmente ma richiede una nuova domanda ogni anno. In alcune situazioni particolari, come nel caso del Bonus sociale bollette Gas e Luce per disagio fisico, ci possono essere ulteriori requisiti specifici relativi alle condizioni di salute dell’intestatario o dei membri della sua famiglia.

Come richiedere il bonus sociale bollette

come richiedere bonus bollette

Per fare richiesta del bonus sociale bolette luce e gas, noto anche come bonus bolletta, i cittadini italiani possono seguire una procedura piuttosto semplice ma che richiede di soddisfare determinati requisiti. Il bonus è un’agevolazione economica destinata alle famiglie in condizioni di disagio economico o fisico e consiste in uno sconto applicato direttamente sulla bolletta dell’energia elettrica e/o del gas naturale.

Requisiti per il Bonus Luce e Gas:

  • Disagio Economico: occorre essere in possesso di un ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a una certa soglia definita annualmente,
  • Disagio Fisico: nel caso di utenze domestiche in cui vi sia una persona che utilizza apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita o in caso di malattie gravi.

Procedura di richiesta per ottenere il bonus sociale bollette:

  1. Ottenere l’attestazione ISEE in corso di validità, rilasciata dai CAF (Centri di Assistenza Fiscale) o altri enti abilitati, dopo aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU)
  2. Compilare il modulo di richiesta del bonus disponibile presso i CAF, i Comuni o scaricabile dai siti web dei gestori dei servizi energetici
  3. Inviare il modulo compilato insieme alla documentazione necessaria tramite:
    – Posta elettronica certificata (PEC), se si dispone della firma digitale
    – Posta ordinaria
    – Consegna diretta presso il proprio Comune o CAF
  4. Attendere la comunicazione da parte dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) o del gestore del servizio che conferma l’accettazione della richiesta
  5. Una volta approvato, lo sconto verrà applicato automaticamente sulle fatture successive
  6. In caso di richiesta del bonus sociale bollette per disagio fisico sarà necessario dimostrare il possesso di un’apparecchiatura elettromedicale (per maggiori info)

Non hai diritto al bonus sociale?

Energiachiara ti può aiutare comunque a scegliere le migliori tariffe luce e gas con un nuovo fornitore.

Inviaci una tua bolletta: effettueremo un’analisi delle tariffe applicate e ti proporremo la nostra migliore soluzione per farti risparmiare.

Ti basterà compilare il form sottostante e caricare una bolletta recente per ricevere una valutazione gratuita e senza alcun impegno.